10.9.05

Bilanci e Prospettive

BILANCI
Si e' appena conclusa la quarta edizione estiva di Arti In Campo. Incredibilmete, si e' realizzato tutto quanto era in programma. La mucca di Eva e' stata ricoperta di feltro variopinto, poi fasciata nel "pluriball" in attesa del trasporto che la portera' a Firenze alla COW PARADE. Dopo le Saharawi, di cui si e' qui gi� scritto, Potter e Daniela hanno occupato le loro cupole ombra. Sui telai gi� costruiti per le Saharrawi, Laura, Zino e Silvia si sono cimentati a tessere tappeti, mentre Nicco si si specializzava ad avvolgere gomitoli sempre pi� perfetti. Silvia � anche partita con una Brandamaglia ed e', tra parentesi, psicoterapeuta e docente di arteterapia alla Sapienza. Anche Luciano, finalmente, ha potuto tessere qualche tappeto per conto suo, con la tecnica Saharawi: esperienza essenziale di PENSARE NELLE MANI, per lui che dovr� dirigere il Workshop a Dayla, a Novembre, finito il Ramadam. La festa di luna piena e' riuscita benissimo, con la Mostra di Pittura di Bruno Melandri esposta su tutta una parete esterna del Vagone di Van Gogh, perche' quello di Patrizia non era accesibile. Ma forse la installazione e' riuscita anche meglio... La sera stessa si e' riattivata con musica di Filippo e Savino e libere danze, la navata della chiesa, a parte un' aiola riservata al Trifoglio Squarrone, seminato a suo tempo con palline Semi Liberi poi fiorito, esattamente il giorno dopo la Partenza di Patrizia. Ora quei fiori sono andati in seme e chi vivra' poi vedra' come buttano... Forse conviene anche ricordare che non e' affatto la prima volta che si balla e si fa festa in una chiesa: sembra incredibile, ma si e'e sempre fatto... tanto � vero che i Vescovi continuarono a vietarlo fino al 1800... poi si sono inventare le balere e le chiese si svuotarono. Questa � la Storia, non la insegnano a scuola. Tornando ai Semi Liberi, oltre a collaudare aampiamente il Parco Amache, Zino e company hanno prodotto varie palline che diffonderanno sul territorio di Chiesavecchia nel prossimo ottobre (primo appuntamento autunnale di Arti In Campo, vedi poi qui nel BLOG). Lapo ci ha lasciato un bel cratere pietroso di land art. Si e' innalzato il primo muro a secco tra Chiesa e Vagone, che ha fornito la base per il ricco buffet della festa. Quando anche Cielo � finalmente arrivata, il 28,il tempo inclemente aveva trasformato la chiesa in una piscina, prima e in palude dopo.
Sicche' lo spettacolo con la tutta la storia di Aldo Fabrizi, condito di gustose cine clip e altrettanto gustosa amatriciana, si e' trasferito tutto al coperto, nel capannone di Bellavista, proprio al Termine di Murci. Quasi un presagio del prossimo venturo Bellavista Festival...

PROSPETTIVE
Dopo che Patrizia ci ha apparentemente lasciati, cercheremo di stringere piu' insieme le persone e gli obiettivi di Arti In Campo, cercando pure di allargarci oltre Chiesavecchia. Probabilmente, alla fine di Ottobre costituiremo un Comitato o un Onlus, che ci permettano di respirare un po' piu' liberamente. Ovviamente, si accettano membri o soci, vedremo come metterla.
Dopo di che ci sarebbe una FESTA NATALIZIA, tra natale e capodanno, per brindare e sostenere il futuro radioso di Arti In Campo

1 commento:

eddhunor83910327 ha detto...

i thought your blog was cool and i think you may like this cool Website. now just Click Here